Far West all’autogrill, rissa tra romeni e albanesi

FrosinoneScene da Far west l’altra notte all’autogrill La Macchia Ovest lungo l’autostrada del sole, tra i caselli di Frosinone e Anagni, dove due gruppi di stranieri si sono affrontati in maniera a dir poco violenta, prima trasformando il tutto in un enorme ring e poi passando a una battaglia cruenta a colpi di coltelli e bottiglie, con schizzi di sangue finiti un po’ ovunque che hanno terrorizzato donne e bambini. Le persone ferite sono riuscite poi a dileguarsi e sul «campo di battaglia» sono rimaste solo due persone, ora sottoposte a fermo di polizia.
Ma andiamo con ordine e secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori della polizia stradale di Frosinone: sono le tre della notte tra sabato e domenica quando al bancone dell’autogrill, in assoluto il secondo più frequentato d’Italia tra tutti quelli presenti lungo le autostrade, si avvicinano un romeno assieme a una giovane connazionale. I due sorseggiano un caffè, quando vengono avvicinati da alcuni albanesi (almeno una decina) che iniziano a rivolgere apprezzamenti non propriamente galanti nei confronti della ragazza, in effetti molto avvenente. Questo manda su tutte le furie l’amico, ma anche un gruppo di altri romeni, che pure era presente nell’autogrill, a poca distanza, nella toilette. Tra i due gruppi di stranieri prima volano parole grosse, quindi inizia una «scazzottata» e all’improvviso qualcuno afferra le bottiglie di spumante e liquore dagli scaffali dell’autogrill, imitato dagli avversari.
Le bottiglie mandate in frantumi diventano delle vere e proprie armi affilate e così i contendenti si affrontano, generando un fuggi fuggi tra gli avventori, mentre il personale in servizio, vista l’impossibilità di far ragionare gli stranieri, allerta la polizia. Dalla vicina Frosinone convergono tutte le pattuglie a disposizione, ma nel frattempo la gran parte dei contendenti si trasferisce sul piazzale davanti l’autogrill, dove viene rovesciata un’automobile e danneggiate almeno altre tre, e quindi fuggono di gran carriera appena si rendono conto che la polizia sta arrivando.
All’arrivo degli agenti, in effetti, sul piazzale vengono trovati solo due stranieri, entrambi poi accompagnati in questura per tutti gli ulteriori accertamenti del caso, nonché la giovane romena che in pratica avrebbe incolpevolmente scatenato la rissa, risultata poi del tutto estranea agli episodi di violenza e solo incredibilmente spaventata.
La polizia ha però raccolto tutti i video registrati dalle telecamere installate sia all’interno che all’esterno dell’autogrill e conta di identificare gli autori della rissa già dalle prossime ore. Non si esclude possa trattarsi di membri delle numerose comunità di albanesi e romeni stabilitesi in Ciociaria, probabilmente di ritorno da una notte trascorsa nei locali pubblici di Roma.