Per fare un gioiello basta un po’ di filo

Oro, argento, pietre preziose. Ma per fare un gioiello basta anche del semplice filo. È quanto si può verificare alla mostra «Gioielli di filo. Merletti delle collezioni pubbliche genovesi» che si inaugura domani alle 17 ai Musei di Strada Nuova-Palazzo Bianco e giovedì alle 17 al Museo Luxoro di Nervi. La mostra, organizzata dal Centro studi tessuto e moda, propone al pubblico un affascinante percorso sui merletti articolato in due sezioni.
Nelle sale di Palazzo Bianco l’allestimento avrà come tema la storia del merletto inteso sia come ornamento di lusso per la moda femminile e maschile tra XVI e XX secolo, che come decorazione per la biancheria domestica.
Considerati giustamente nel passato alla stregua di costosi e raffinati gioielli, i merletti già nel XVI secolo costiuiscono il completamento indispensabile dell’abbigliamento delle classi dominanti e sono utilizzati per impreziosire i tessuti usati nella vita quotidiana, come lenzuola, tovaglie, asciugamani.
L’evoluzione e la tecnica dei disegni, dovuta all’abilità e alla creatività delle merlettaie, consente a questi delicatissimi manufatti di adattarsi a tutti i cambiamenti di gusto della moda. Si passa così dai disegni geometrici alle trine che decorano gli abiti della prima metà del Seicento, ai motivi di gusto barocco che trionfano nei pizzi veneziani e fiamminghi.
A Palazzo Bianco questa carrellata sui pizzi prenderà le mosse dalle opere di produzione genovese seicentesca, alle quali sarà dedicata un’ampia sezione, seguite poi da altri merleti italiani e da quelli europei. Colli, maniche, cuffie, polsini, grembiuli, abiti, ombrellini e una serie di ritratti documenterà l’utilizzo originale dei pizzi.
Nelle sale del museo Luxoro, una casa-museo che ha conservato l’atmosfera domestica grazie alla presenza degli arredsi originari, verrà realizzato un percorso dedicato alle ultime accessioni della collezione, tra le quali riveste particolare rilievo una donazione da poco pervenuta al Comune di Genova, quella della raccolta di Giorgio e Luisella Olivetti.
Una serie di visite guidate alla mostra, a cura di Loredana Pessa e Viviana Troncatti, si svolgerà a Palazzo Bianco nelle giornate del 22 aprile, 11 e 27 maggio e 8 giugno (ore 16.30), al Museo Luxoro il 21 aprile, 12 e 26 maggio e 9 giugno, sempre alle ore 16.30.