Fare il pieno di cultura a Rovereto

Questo week-end è l'occasione ideale per recarsi a Rovereto. Domani inaugurano infatti, presso il Mart, mart.trento.it, museo di arte moderna e contemporanea progettato dall'architetto Mario Botta, ben 4 mostre: un'esposizione dedicata al maggior esponente italiano di arte concettuale, Vincenzo Agnetti Retrospettiva 1967-1980; un'antologica sul lavoro del principale rappresentante dell'avanguardia cinese, Chen Zhen. Il corpo come paesaggio; una mostra che espone La collezione di libri d'artista di Vanni Scheiwiller, editore milanese; infine il nuovo allestimento delle collezioni permanenti del museo, 70 capolavori della prima metà del ’900 italiano.
Da visitare in città il Teatro Zandonai, il più antico in Trentino, e il Museo Storico Italiano della Guerra al Castello di Rovereto, che raccoglie documenti relativi alla Prima guerra mondiale, e i numerosi castelli sulle circostanti colline della Vallagarina (Castel Beseno, Castel Noarna, Castello di Castellano, Castel Pietra e Castello di Sabbionara d'Avio). Per soddisfare il corpo, il l’Osteria del Pettirosso, telefono 0464.422463, osteriadelpettirosso.it, è un piccolo e accogliente locale dove degustare del buon vino (oltre 500 le etichette) e una cucina tradizionale con menù semplice a pranzo (canederli, tortel di patate, spezzatino con polenta e strudel ad esempio), più raffinato la sera. Gita obbligata poi alla Casa del Vino della Vallagarina, a Isera: voluta da una cooperativa di produttori l'enoteca propone la migliore produzione dei vini e delle grappe della terra lagarina, accompagnati dalla degustazione di salumi e formaggi nostrani e da piatti tipici. Per dormire infine, ecco l'Hotel Leon d'Oro, 0464.437333, hotelleondoro.it, dove riecheggiano i fasti della Serenissima.