Farefuturo rincara la dose

"Tutti i modi per definire chi li crede diversi". E' il titolo del
corsivo con cui Ffwebmagazine, periodico online della Fondazione
Farefuturo, ritorna sulle parole pronunciate dal presidente
della Camera Gianfranco Fini. Da "ignorante" a "vergonoso"...

Roma "Tutti i modi per definire chi li crede diversi". E' il titolo del corsivo con cui Ffwebmagazine, periodico online della Fondazione Farefuturo, ritorna sulle parole pronunciate ieri a Roma dal presidente della Camera Gianfranco Fini. "Ignorante chi li crede diversi. Bastardo chi li crede diversi - si legge sul magazine - stupido chi li crede diversi, cretino chi li crede diversi, cornuto chi li crede diversi. Sciocco chi li crede diversi, imbecille chi li crede diversi. Deficiente chi li crede diversi, subnormale chi li crede diversi, ebete chi li crede diversi, scimunito chi li crede diversi. Ottuso, stolto, miope, analfabeta, cattivo, illetterato, malvagio, infame chi li crede diversi. Vile chi li crede diversi. Meschino e misero chi li crede diversi. Codardo, vigliacco e arrogante chi li crede diversi. Impaurito e cieco chi li crede diversi. Volgare, chi li crede diversi. Vuoto. Indegno. Iniquo, abbietto e deprecabile. Inqualificabile e disprezzabile chi li crede diversi. Sguaiato e rivoltante, inumano e crudele, chi li crede diversi. Vergognoso crederli diversi". "Ecco - conclude Ffwebmagazine - senza parolacce ma il concetto è questo. Così, tanto per ribadirlo. Tanto per ricordare che, al di là delle parole e della forma, è la sostanza quella che conta. E su quella c'é poco da discutere".