«Faremo le ronde armati solo di buona volontà»

Non fosse stato per la Finanziaria in votazione al senato, ci sarebbero stati anche Umberto Bossi e Bobo Maroni. «Quel Prodi - arringa la folla Matteo Salvini - riesce a romperci le p... anche senza farlo apposta». Ieri l’inaugurazione di una nuova sede della Lega Nord in viale Ungheria al numero 13. La quinta della città, la prima dopo dieci anni. «In periferia - sottolinea Salvini con a fianco l’assessore Massimiliano Orsatti - Mica come i partiti che ce l’hanno in piazza Duomo. Qui vicino ci sono via Salomone, Mecenate, Ponte Lambro». E promette che a disposizione degli abitanti della zona ci saranno esperti di questioni condominiali e case popolari, commercialisti, avvocati, medici, consiglieri comunali. «Sportello del cittadino», sta scritto nell’insegna all’entrata accanto alle bandiere con l’Alberto da Giussano per una sede a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12. «Questo è un quartiere difficile - ripete il capogruppo a Palazzo Marino - e la gente ci chiede cose semplici. Mica di vivere in un paradiso, semplicemente in un quartiere normale. E la Lega da oggi vigilerà». Inevitabile pensare alle ronde padane. «Le ronde? Se i cittadini ci chiederanno di dare una mano per difendersi, noi li aiuteremo molto volentieri. Noi violenti? È solo legittima difesa. Se a qualcuno da fastidio la parola ronde allora le chiameremo ambroeus e faremo tanti ambroeus in giro per il quartiere: padri, madri e intere famiglie per riprendersi i giardinetti». L’argomento è delicato e lui allora precisa. «Se Per ronde si intendono 30-40 padri di famiglia che vanno in giro a guardare ciò che succede e quando vedono qualcuno che commette un reato intervengono, ecco allora noi faremo delle ronde. Ovviamente a volto scoperto e armati solo di tanta buona volontà. Nessuna spranga, quelle si vedono altrove. Solo gente per bene che si vuole riprendere il quartiere». Prossima sede da aprire «a gennaio in via Monte Nevoso, a Quarto Oggiaro. La Lega è nata in periferia e lì vogliamo rimanere».