La farmacista ferita fa arrestare i rapinatori

Per acciuffarli, i carabinieri si sono lanciati in un inseguimento a tutta velocità nelle strade della città. Alla fine i due giovani che nel primo pomeriggio di ieri avevano tentato di rapinare e ferito con un taglierino a un braccio la titolare della farmacia Bocchia, in via Buranello a Sampierdarena, sono stati arrestati dal nucleo radiomobile e dalla compagnia di Sampierdarena. I militari non escludono che i due siano i responsabili di alcune delle cinque rapine a farmacie compiute a Genova nell’ultimo mese e mezzo.
I due sono arrivati in sella a uno scooter davanti alla farmacia di Sampierdarena. Mentre uno attendeva fuori, l’altro, con in testa il casco, è entrato nel negozio. «Danni tutto quello che c’è nella cassa» ha intimato alla farmacista, Maria D. di 67 anni.
Che non si è fatta prendere dal panico. Invece di consegnare il denaro come le aveva appena ordinato il rapinatore armato di taglierino, la donna ha reagito, cercando di opporsi alla rapina. Inevitabile lo scontro con il malvivente che l’ha ferita a un braccio. A quel punto, però la rapina era andata in fumo. L’uomo è uscito dal negozio senza prendere nulla dalla cassa e ha raggiunto il complice che lo aspettava sullo scooter. La farmacista, però, nel frattempo aveva dato l’allarme. I due rapinatori sono stati intercettati ed arrestati dalle pattuglie dei carabinieri, che avevano cinturato la zona, in via della Pietra, sulle alture.