Dalla Farnesina alla Difesa con Berlusconi premier

Antonio Martino è nato a Messina il 22 dicembre 1942. Figlio di Gaetano, il ministro degli Affari esteri nei governi Scelba e Segni che guidò la delegazione italiana per la firma dei Trattati di Roma e fu presidente del Parlamento europeo, è laureato in giurisprudenza. Nel biennio 1966-1968 è stato, a seguito di una selezione a livello europeo, «Harkness Fellow of the Commonwealth Fund», specializzandosi a Chicago. È stato professore di Economia e preside dell’Università Luiss di Roma. Dopo aver fatto parte del Partito liberale italiano è stato tra i fondatori di Forza Italia, la sua è la tessera numero 2, dopo quella di Silvio Berlusconi. Eletto alla Camera nel 1994, è stato ministro degli Esteri nel primo governo Berlusconi (carica ricoperta da suo padre Gaetano dal 1954 al 1957). Riconfermato deputato nel 1996 e nel 2001 col sistema proporzionale nella lista di Forza Italia in Sicilia. Dall’11 giugno 2001 ha ricoperto la carica di ministro della Difesa nel governo Berlusconi. È stato rieletto alla Camera, sempre nel collegio siciliano, alle politiche 2006.