TRA FARSA E TRAGEDIA

Formalmente, Luigi Merlo non è ancora il nuovo presidente dell’Autorità Portuale. Forse non lo sarà mai, vista l’agonia del governo Prodi. Non è più solo una questione di bolli e ceralacche. Resta il fatto che Merlo è una persona educata, capace di studiare i problemi, intelligente e potrebbe rivelarsi un buon presidente del Porto, nonostante il peccato originale di essere lì solo perché assessore regionale del Partito Democratico e per nessun’altra ragione. Merlo non è ancora presidente per una serie di motivi: il ministro delle Infrastrutture Antonio Di Pietro non ha mai dato il concerto alla scelta del titolare dei Trasporti Alessandro Bianchi e la legge prevede espressamente che l’ok arrivi da entrambi i ministri «spacchettati» (...)