La fascia protetta di Stracquadanio

La fascia sarà anche protetta. Ma quando la parolaccia scappa, beh, pazienza. Specie se le espressioni per così dire colorite le usa anche qualche padrone di casa. Siparietto sul turpiloquio in tv ieri mattina a Omnibus, su La7. Protagonisti, l’onorevole Giorgio Stracquadanio (Pdl), “reo” di parolaccia in tv; l’ex viceministro Adolfo Urso, destinatario della medesima parolaccia; e il conduttore, Andrea Molino, che ha richiamato Stracquadanio al linguaggio casto in fascia protetta. La polemica e metà puntata, tra Stracquadanio e Urso. Il parlamentare Pdl, battibeccando con l’ex viceministro, ha esclamato: «Non fare lo spiritoso, che non fai ridere, cazzo!». Pronto il rimprovero di Molino: «In fascia protetta non si dice». E il deputato Pdl: «In fascia protetta si dice di peggio, sentiamo Piroso dopo e vediamo». Si attende l’esito del confronto.