Fascicolo segreto: riparte il processo

Riprende oggi davanti alla sezione disciplinare del Csm il procedimento a carico dei pm milanesi Ilda Boccassini e Gherardo Colombo, titolari del fascicolo 9520, quello da cui sono scaturiti i processi Imi-Sir, Lodo Mondadori e Sme. I due magistrati sono accusati di aver violato i loro doveri di correttezza e leale collaborazione per aver opposto «illegittimamente» il segreto investigativo sul fascicolo agli ispettori inviati dal ministro della Giustizia, Roberto Castelli, per verificare la fondatezza di due esposti con cui Cesare Previti lamentava irregolarità commesse ai suoi danni nella gestione dei procedimenti che lo riguardavano. Il processo davanti al Csm è cominciato il 15 luglio scorso con un colpo di scena: la rivelazione da parte dei Pm su esplicita domanda del rappresentante dell'accusa, il sostituto pg della Cassazione Lucio Ciampoli, che il fascicolo in questione, nel quale Previti sostiene sarebbero state nascoste prove a suo favore, è stato archiviato dal giudice per le indagini preliminari nell'aprile scorso. Una novità che ha portato all'aggiornamento a domani del procedimento: il «tribunale dei giudici» ha infatti accolto la richiesta di Ciampoli di acquisire la richiesta di archiviazione della Procura e il relativo decreto del gip di Milano e di far slittare l'udienza a settembre per poter esaminare il contenuto degli atti. Un'altra novità è arrivata nei giorni scorsi: il ministero della Giustizia ha fatto ripartire l'ispezione sul fascicolo e la prima iniziativa è stata la rinnovata richiesta di poter visionare l'incartamento.