Dal fascismo ai gulag di Tito

Sconosciuto 1945 è l’ultimo di una serie di saggi e romanzi che Giampaolo Pansa ha dedicato alle vicende italiane della prima metà del ’900. Del 2003 è Il sangue dei vinti, preceduto nel 2002 da I figli dell’Aquila, storia di uno dei giovani che nell’autunno del 1943 scelsero l’esercito della Rsi. La notte dei fuochi (2001) rievoca invece le violente contrapposizioni fra «rossi» e «neri» in Lomellina negli anni ’20. Prigionieri del silenzio, uscito nel 2004, è invece la storia di Andrea Scano che, inviato dal Pci in Jugoslavia, finisce a Goli Otok, il più infame dei gulag titini. I libri di Giampaolo Pansa sono editi da Sperling & Kupfer.