Fasolino e Giordano Bruno Guerri vincono il premio Domenico Rea

Giordano Bruno Guerri per la saggistica con Gli Italiani sotto la chiesa (Bompiani) e Marcello Fasolino per la narrativa con Napoli ultima chiamata (Iuppiter edizioni) sono i vincitori della XVII Edizione del «Premio Domenico Rea», manifestazione letteraria in memoria dello scrittore napoletano che ha avuto la sua serata finale ieri al Grand Hotel Terme Re Ferdinando di Ischia. Particolarmente «combattuto» il premio per la narrativa: Marcello Fasolino l’ha spuntata sugli altri quattro finalisti: Francesco Recami con La casa di ringhiera (Sellerio), Geo Nocchetti con Saldi di fine emozioni (Pironti), Maria Rosaria Pugliese con Pazienti smarriti (Robin) e Carmela Cammarata con I santi padri (Del Vecchio ed.). Sono stati inoltre assegnati premi speciali per il cinema a Giacomo Furia, per la tv a Vincenzo Mollica, per il giornalismo a Gianni Ambrosino, per la musica a Salvatore Morra e alla carriera a Giannino Di Stasio.