A Fassino non piace più il simbolo Ds

A volte ritornano. A Barletta, in vista delle elezioni, si è scatenata una battaglia tra i Ds, che a livello nazionale non esistono più ma in periferia sopravvivono, e Piero Fassino (nella foto). In città è stata presentata una lista col vecchio simbolo della Quercia, ma Fassino, da ultimo segretario dei Ds, l’ha ricusata. «Una decisione degna dei peggiori regimi – attacca Antonio Corvasce, presidente dei Ds – faccio continuamente uso del nome e del simbolo del partito». Il ricorso al Tar è stato bocciato, ma i diessini locali non si arrendono: «Arriveremo alla Corte europea».