Fassino al partito: «Smettiamola con gli Orazi e i Curiazi»

Il congresso anticipato del Pd sarebbe un errore e il partito deve evitare uno scontro «Orazi contro Curiazi» perché, in un momento di grave crisi economica, gli elettori «ci manderebbero a quel Paese». Così Piero Fassino su Red Tv, la televisione di Massimo D’Alema, a proposito del dibattito interno al partito. La leadership di Walter Veltroni non è in discussione in questo momento, spiega l’ultimo leader Ds, il segretario è stato eletto da milioni di persone alle primarie e il problema, semmai, è discutere di politica. «Non ci può sempre essere un referendum tra “Orazi e Curiazi”, tra rosso e nero... non se ne può più. Non si può rinunciare a cercare le sintesi possibili... poi se le sintesi non si trovano, ci sono gli strumenti per contarsi». Ma, avverte «nei prossimi mesi ci sarà una recessione e il rischio è che noi in un momento così appariamo come un partito che si ripiega su se stesso a discutere su Veltroni contro D’Alema: la gente che si chiede cosa sarà del proprio lavoro ci manda a quel Paese».