FASTIDIO SENZA REPLICA

Egregio dottor Lussana, letto il suo editoriale augurale nell'edizione genovese de «Il Giornale», Le allego copia della mail che avevo indirizzato lo scorso 22 marzo alla redazione del Secolo per alleviare un sottile fastidio. Non ho avuto il piacere di una replica; è poca cosa una nota a piè di pagina sull'arte e il mestiere di chi spiega come gira il mondo, però spesso aiuta.
Talvolta acquisto il Secolo XIX, trovo infatti insostituibili le notizie, rinvenibili nelle numerose edizioni locali, sugli esiti anche traumatologici di cadute di malcapitati dalle biciclette o dalle scale. Al fine di affinare l'ineguagliabile funzione informativa che presta quotidianamente questo giornale suggerirei nel caso in cui si pubblicasse un articolo in prima pagina, ad esempio del dott. Saverio Vertone, ad esempio sulla campagna elettorale, di precisare se si tratta o meno dello stesso Saverio Vertone in forza ai Comunisti Italiani quale deputato alla Camera. Periodici seri, ad esempio Panorama, accompagnano gli editoriali di giornalisti che ricoprono l'ufficio parlamentare con una nota a pié di pagina che rende edotti i lettori sull'orientamento politico del redattore. Lo stesso Secolo XIX non ignora tale accorgimento quando rammenta, nella stessa edizione, l'attuale funzione del dott. Adriano Sansa o il ruolo di don Gianni Baget Bozzo. Cordiali saluti Michele Parodi