A Fastweb la gara Poste

Fastweb, la società di telefonia a banda larga fondata da Silvio Scaglia, ha vinto una gara per la fornitura di servizi di trasmissione dati e fonìa per le sedi di produzione di Poste italiane. Il contratto, di durata quadriennale, ha un controvalore di 14,8 milioni di euro. Grazie al contratto - spiega una nota - Fastweb (più 0,7% in Borsa) renderà disponibili alle Poste i suoi servizi di telecomunicazione su rete Ip ossia il protocollo Internet su cui si basa l’intera infrastruttura della società sul territorio nazionale, per un totale di oltre 21mila chilometri. L’intesa rientra nella più ampia gara per i servizi di tlc indetta da Poste italiane nel cui ambito, lo scorso mese di maggio, una parte della fornitura è già stata aggiudicata a Telecom Italia. Il contratto sottoscritto con quest’ultima è di dimensioni ben più rilevanti, e supera i 200 milioni di euro nell’arco di quattro anni. Telecom fornirà servizi fisso-mobile tramite una rete che sarà in grado di gestire oltre 4 miliardi di comunicazioni l’anno e che collegherà su tutto il territorio nazionale le 14mila sedi e i 60mila sportelli delle Poste. Grazie all’accordo sottoscritto a maggio, Poste Italiane sarà in grado di sfruttare in anticipo i nuovi servizi convergenti e a valore aggiunto offerti da Telecom.