Fastweb Tengono i ricavi, utile in calo. Tra una settimana si chiude l’Opa

Si chiuderà il 12 novembre prossimo l’Opa della controllante Swisscom su Fastweb che vedrà il delisting della società da piazza Affari. L’azienda di tlc a banda larga ha chiuso i primi nove mesi con ricavi in crescita del 2,9% a 1.405,2 milioni di euro e un utile netto in calo a 10,7 milioni a causa di maggiori ammortamenti. Il margine operativo lordo si è attestato a 410,5 milioni (+1,5%). Nei primi nove mesi sono cresciuti i clienti con 67mila e 800 nuovi abbonati broadband che portano la base clienti a 1.711.800 (+4% rispetto a fine 2009). Il risultato operativo consolidato è stato positivo per 84,5 milioni di euro, rispetto a 111 milioni di euro nel corrispondente periodo 2009. Guardando in particolare il solo terzo trimestre i ricavi sono cresciuti del 5,5% a 470,5 milioni, il margine operativo lordo è stato pari a 140,2 milioni (+0,5%) e l’utile netto di 3,9 milioni. Per quanto riguarda i clienti del servizio mobile la crescita è stata pari a 120.000 nuove Sim attive nei nove mesi: in totale i clienti sono 330mila. Gli investimenti sono stati pari a 302,5 milioni in calo del 3% rispetto all’anno precedente.
L’indebitamento finanziario netto a fine settembre era di 1.534,4 milioni. Il cda ha inoltre «approvato la concessione di un nuovo finanziamento da parte della controllante Swisscom Italia (ancora da perfezionare) in favore di Fastweb per complessivi 150 milioni di euro con scadenza luglio 2012». Intanto a Roma è iniziato ma è stato subito rinviato al 23 novembre il processo, con rito immediato, a circa 26 persone coinvolte nell’inchiesta condotta dalla procura di Roma sul maxiriciclaggio di due miliardi di euro. Tra gli imputati Silvio Scaglia fondatore di Fastweb che ieri era in aula con i principali imputati tra cui Gennaro Mokbel e l’ex ad di Telecom Italia Sparkle, Stefano Mazzitelli. L'Opa di Swisscom riguarda il 17,918% del capitale. Il restante 82,082% è infatti già detenuto dal monopolista svizzero di tlc. L’Opa è stata effettuata a 18 euro per azione con un premio del 34,6% sul prezzo di quotazione dell'ultimo giorno di negoziazione precedente all'annuncio dell'offerta che sale al l 43,3% facendo una valutazione del prezzo delle azioni Fastweb del mese precedente all’Opa. Per rititare la società dal mercato Swisscom dovrà dunque pagare 256 milioni.