Fastweb vince la gara grazie al maxisconto

da Milano

La conferma arriva dopo molte indiscrezioni e dopo anni di predominio Telecom. Ieri il gestore a banda larga Fastweb (insieme ad Eds che fornirà il software) ha vinto la gara per la fornitura di servizi di tlc alla pubblica amministrazione praticando un supersconto di oltre il 40%. Lo ha comunicato il Cnipa, Centro nazionale per l'informatica nella pubblica amministrazione. Nella graduatoria provvisoria il raggruppamento Fastweb-Eds è risultato al primo posto (cui corrisponde il primo lotto pari al 60% dell’intera fornitura), BT-Albacom al secondo (pari al 25%), Wind al terzo (10%) e Telecom Italia al quarto (5%). Mentre il raggruppamento Tiscali-Interoute-Unidata-Postecom, pur essendosi qualificato, è risultato quinto in graduatoria, senza quindi rientrare tra gli assegnatari. L’importo degli appalti era di 600 milioni e di 1,2 miliardi di euro in cinque anni, cifre destinate a scendere per il forte sconto praticato da Fastweb. Ma l’offerta deve ancora essere esaminata perchè è risultata, secondo quanto annotato nei verbali della commissione, anormalmente bassa in base a quanto previsto dalla legge vigente. Per questo motivo saranno richieste le necessarie giustificazioni. In realtà la media dei ribassi praticati dai gestori concorrenti di Telecom Italia è stata intorno al 40% e questo non c’è dubbio che produrrà, rispetto ai costi attualmente sostenuti, ingenti risparmi per la pubblica amministrazione che comunque potrà avvalersi di servizi innovativi. La notizia della vittoria ha messo le ali al titolo della società guidata e fondata da Silvio Scaglia. Fastweb è cresciuta del 5% con scambi sostenuti anche perchè il fondo Fidelity ha annunciato di aver incrementato la propria partecipazione nella società dal 2,2% a oltre il 5% del capitale.