«Fate un’inchiesta sul tutore dell’orfanotrofio di Vileika»

Mi riferisco al caso della piccola bielorussa Maria e mi chiedo se possa essere accettata una denuncia per sottrazione di minore sottoscritta da un «tutore» nei confronti del quale dovrebbe essere aperto un procedimento per maltrattamenti non solo di Maria, ma di tutti coloro che gli sono affidati. Non mi risulta che siano in corso inchieste sull'operato di siffatto signore e dei suoi collaboratori.
A volte è stato invocato, anche a sproposito, il diritto di asilo nei confronti di personaggi certamente meno innocenti di questa ragazzina.
Possibile che non lo si possa concedere ad una bambina la cui sola colpa consiste nell'aver denunciato le sevizie continuate alle quali era sottoposta?
Davvero il «summum jus» rischia di divenire una «suprema injuiria» e non è detto che i peccati di omissione siano meno gravi degli altri.
Con stima