Il fatto Otto anni fa: la moglie picchiata e l’inseguimento a perdifiato

Era il maggio del 2003 quando Giovanni Petrali, tabaccaio con negozio in piazzale Baracca a Miliano, aprì il fuoco contro due rapinatori. Uno morì, l’alro rimase ferito. Alfredo Merlino, 30 anni e Andrea Solaro, 19 anni, arrivano su uno scooter. Il più giovane punta la pistola contro la moglie del tabaccaio, l’altro dà un ceffone all’uomo. La cassaforte è chiusa da una combinazione a tempo e i due devono accontentarsi dei 1.300 euro della cassa. Giovanni Petrali sta dietro il bancone, ha subito altre aggressioni e quando uno dei banditi dice all’altro «andiamo via», da un cassetto prende la sua pistola. Partono due, tre, quattro colpi. Due colpiscono Merlino alle spalle, ricostruiranno i periti, l’altro Solaro. I rapinatori fuggono in strada, Petrali li insegue lungo viale di porta Vercellina con una scopa in mano. Merlino morirà un centinaio di metri più avanti.