Una fattura lo inchioda. Ma l’ex pm insiste e querela «il Giornale»

Antonio Di Pietro annuncia in tv, ai microfoni di Sky Tg24: «Querelerò il Giornale. Non è la prima volta. L’ha fatto (il Giornale, ndr) a ridosso delle elezioni del 2006, del 2008 e ora a ridosso delle europee e amministrative di giugno. E io, come sempre, farò la mia querela», senza però entrare nel merito della questione sollevata dal nostro quotidiano sul numero in edicola ieri, relativa cioè alla spesa di 7.200 euro per dei lavori di ristrutturazione di un appartamento privato a Roma, con fattura (riprodotta sotto) intestata però al partito Italia dei Valori.

La direzione del Giornale replica così al leader dell’Italia dei Valori: «Antonio Di Pietro invece di rispondere a semplici domande annuncia querele. Per lui è ormai una sorta di riflesso condizionato ogni volta che il Giornale sottolinea - come abbiamo fatto ieri - il modo a dir poco singolare che il leader dell’Italia dei valori ha nel gestire le cose (e le finanze) del partito: pubblici contributi per utilizzi privati. il Giornale si è limitato a pubblicare un documento esclusivo, all’apparenza banale: una semplice fattura per i lavori di ristrutturazione di una delle tante abitazioni private di proprietà di Antonio Di Pietro. Una fattura però non intestata al cittadino Di Pietro, proprietario dell'appartamento nel cuore di Roma, ma al partito Italia dei Valori. Abbiamo mostrato la fattura, quella che l’ex pm Di Pietro chiamerebbe “prova documentale”. Comprendiamo come lui alle prove non abbia mai dato troppa importanza, ma il Giornale continuerà a porre domande. Aspettando una risposta da parte dell’onorevole Antonio Di Pietro».