Un fatturato di 15 milioni

Con Mario Gaiardo, imprenditore della prima generazione, ecco un’altra puntata della nostra inchiesta dedicata agli Innovatori. Classe 1944, figlio unico, padre cacciatore e pescatore di professione, Gaiardo è un ex operaio dell'Olivetti. Vi entra quando è ancora vivo Adriano Olivetti, occupandosi sin dall'inizio della ricerca. Anzi, diventa responsabile di un settore di sviluppo, quello delle teste di stampa a punti utilizzati nelle stampanti. Poi, quando nei primi anni Ottanta l'Olivetti decide di delocalizzare parte della produzione nel Far-East, si mette in proprio e insieme a un socio realizza proprio teste di stampa. Finché nel 1988 lascia il socio e crea un'altra società ad Ivrea, la Matrix, oggi leader mondiale in tre nicchie di mercato: valvole pneumatiche, box di selezione nelle macchine tessili, iniettori per i carburanti alternativi alla benzina, cioè gpl e metano, usati nell'automotive. Fatturato di 15 milioni di euro realizzati per il 50 per cento con l'export e ottanta dipendenti.