Un fatturato di 4 milioni

Con Paolo Fazioli, imprenditore romano della seconda generazione, trapiantato a Sacile (Pordenone), e con il rimpianto di non avere fatto il pianista, prosegue l’inchiesta dedicata agli Innovatori. Ingegnere meccanico, sesto di sei fratelli, diploma al Conservatorio di Pesaro, Fazioli ha un amore profondo per la musica classica ma, essendo un perfezionista, si convince di suonare bene ma non in maniera eccellente. Così lavora nell’azienda di famiglia che produce mobili per ufficio. Fino a quando si rende conto che i mobili non gli interessano e si mette a produrre pianoforti. Oggi quegli strumenti sono i numeri uno al mondo. Ed anche i più costosi. Fazioli ne produce appena 110 l'anno con 40 dipendenti e ha un fatturato di 4 milioni, realizzati per il 95% con l'export.