Un fatturato di 80 milioni (75% export)

Con i fratelli Alberto e Luciano Barberis Canonico, biellesi appartenenti a una famiglia di imprenditori lanieri sin dal 1663, ecco un'altra puntata della nostra inchiesta dedicata agli Innovatori. Entrati in azienda, la Vitale Barberis Canonico, nel 1966, i due fratelli si sono da subito divisi i compiti: Alberto è il tecnico delle macchine e l'esperto di lana, Luciano ha il fiuto per la vendita al punto da creare una rete estera molto efficiente, tanto efficiente da entrare in Cina quando la liberalizzazione del mercato ancora non c'era. Ed oggi l'azienda, specializzata in tessuti per uomo, con due stabilimenti, 365 dipendenti, un fatturato di 80 milioni di euro di cui il 75 per cento grazie all'export, ha proprio la Cina come suo secondo mercato dopo l'Italia.