Un fatturato di 90 milioni e oltre 650 dipendenti

Con Maria Luisa Cosso, piemontese e imprenditrice della terza generazione, ecco un'altra puntata della nostra inchiesta dedicata agli Innovatori. Perde il padre e il fratello nel 1960 in seguito a un incidente stradale e si ritrova all'improvviso con due aziende sulle spalle, una già nota e attiva da tempo, la Corte & Cosso, e un'altra di nome Corcos con appena un anno di vita.
Entrambe operano nel settore degli anelli di tenuta con una novantina di dipendenti. Maria Luisa, che all'epoca ha 22 anni e non ha mai messo piede in fabbrica, viene «adottata» dagli operai dello stabilimento di Pinerolo e con il loro insegnamento diventa una esperta della produzione. Da 45 anni la signora Cosso guida la Corcos che, nell'orbita di una multinazionale tedesca, è leader mondiale in due famiglie di anelli di tenuta utilizzati dalle principali case automobilistiche, movimento terra, macchine utensili ed elettrodomestici con più di 650 dipendenti, circa 90 milioni di fatturato e 40% di export. La signora Cosso ha dato talmente spazio all'innovazione da far risultare la Corcos come l'azienda che non ha difetti nel prodotto.