Un fatturato di oltre 600 milioni di euro

Con Paolo Vitelli, imprenditore della seconda generazione in quanto il padre aveva un'azienda tessile, ecco un'altra puntata della nostra inchiesta dedicata agli Innovatori. Classe 1947, Vitelli ha trasformato in un'attività industriale la sua passione giovanile per la nautica. Dando vita, prima a Torino e poi ad Avigliana, quasi a ridosso delle montagne che attorniano la Val Susa, al gruppo Azimut che con il tempo diventa Azimut-Benetti, tra i leader mondiali nella progettazione e nella costruzione di yacht a motore di alta gamma. Il gruppo dà lavoro a 2.200 dipendenti, ha un fatturato oltre i 600 milioni di euro, mentre l'export incide per il 90 per cento. In testa alle vendite l'Europa, quindi gli Stati Uniti con una quota del 21%, il Sud America, il Middle East e il Far East. E la Cina? «Abbiamo - dice - un distributore ad Hong Kong ma non siamo ancora all'anno zero per il boom della nautica. I cinesi amano poco il mare e la tintarella». Paolo Vitelli è anche il presidente dell’Ucina, l’associazione dei costruttori di imbarcazioni.