Il Faust secondo Nekrosius, regista lituano al Piccolo

Va in scena fino a domenica nell’ambito del Festival del teatro d’Europa, al Piccolo Teatro Strehler il Faust, opera complessa che richiese a Goethe una dedizione durata sessant’anni.
Il regista lituano Eiumuntas Nekrošius, originario della città di Vilnius, genio del teatro simbolico, porta in scena insieme alla compagnia Meno Fortas, la sua versione dell’opera, caricandola del simbolismo che già caratterizzò la potenza figurativa dei classici shakespeariani come Hamletas, Makbetas e Otellas che Nekrošius portò in scena negli anni passati.
Lo spettacolo, che verrà rappresentato in lingua lituana con sovratitoli in italiano, indaga l’universo monumentale cui Goethe diede vita con quest’opera.
«Faust è così ricco di metafore complesse da far pensare che l’autore ci si sia perso dentro», spiega il regista. «Quel che mi piace è l’impressione che Goethe stesso stia cercando, si stia interrogando».
Con Faust si compie un viaggio nelle profondità dell’animo umano, agitato e scosso dai desideri che se ne impadroniscono, come in un lungo e lucido delirio di desiderio di possesso, di curiosità e di fame di vita. «Faust è disposto a vendere l’anima pur di fermare l’attimo nel sogno impossibile dell’eterna giovinezza. «Attimo fermati, sei così bello», afferma in quello che è il nodo centrale del dramma. Un momento di straordinaria modernità del testo, che riformula l’idea di tragedia», continua il regista.
Così dal Prologo in Cielo, in cui Mefistofele decide di tentare Faust, il desiderio di eterna giovinezza dello studioso e il suo patto col diavolo, attraversando le vicende della storia tra Faust e Margherita, dell’assassinio di Valentino e scivolando nelle atmosfere della notte di Valpurga, fino al momento dell’incontro tra Faust e Margherita che si trova dietro alle sbarre, condannata a morte, che rifiuta di accettare la salvezza che Faust le prospetta con la fuga, si scorre un lungo cammino di tentazioni e di perdita dell’innocenza.
«Faust» (in lingua lituana con sovratitoli in italiano)
Piccolo teatro, largo Greppi
fino a domenica ore 16
oggi, domani e sabato ore 20.30
prezzi: platea euro 35 balconata euro 27