Fava presto in maglia rossoblù

Luca Russo

Roberto Stellone e Ivica Iliev non sono più giocatori del Genoa, Dino Fava Passaro lo sta per diventare. Il mercato rossoblù non è ancora entrato nel vivo, ma si sta già concentrando sul reparto offensivo.
Ieri alle 15 le buste aperte a Milano hanno confermato due verdetti che già mercoledì sera erano nell'aria. Stellone alle prese con un ingaggio importante, circa 800mila euro a stagione, e con una condizione fisica non impeccabile è rimasto a Torino mentre Iliev è tornato al Messina. Le sue prove altalenanti nei sei mesi sotto la Lanterna non hanno convinto fino in fondo Preziosi e i suoi collaboratori e così l'avventura rossoblu dell'esterno serbo può considerarsi conclusa. Sta invece per iniziare quella di Dino Fava. L'attaccante che già a gennaio era pronto a vestire la maglia del Genoa è in cerca di riscatto dopo due stagioni non esaltanti in serie A a Treviso e a Udine con 46 presenze e 5 gol. Fava, il cui arrivo sei mesi fa fu chiuso dalla presenza nella rosa del paraguiano Lopez, vuole tornare ai livelli di Trieste (22 gol in B) e del primo anno a Udine (12 reti nella massima serie).
L'affare sarebbe già dunque a buon punto così come in dirittura d'arrivo sarebbero altre due trattative. Quella che porta a Francesco Bega, difensore di 32 anni già alla corte di Preziosi a Como e l'acquisto di Omar Milanetto, centrocampista 31-enne corteggiato anche da Torino e Bari. Insomma il Genoa 2006-2007 sta già prendendo forma e gli operatori di mercato rossoblu sembrano ora concentrarsi sull'esterno offensivo che andrà a posizionarsi a sinistra.
Ovviamente si attendono anche le indicazioni del nuovo allenatore. Gian Piero Gasperini potrebbe essere già ufficializzato la settimana prossima dopo la presentazione, prevista per lunedì, della prima fase del ritiro ancora a Neustift nel Sud Tirolo. Il tecnico che quest'anno ha sfiorato i play off di serie B con il Crotone, nei suoi schemi avrebbe alcuni punti fermi. Tra questi c'è quel Abdoulay Konko, 22 anni, che qualche anno fa fuggì dal Genoa per accasarsi alla Juve e cominciare la carriera da calciatore professionista. E poi in attacco ecco il nome Jedaias Capucho Neves, detto Jeda.
Insomma il ventaglio di ipotesi è ancora ampio e ora dopo la retrocessione in serie C della Cremonese si parla di un clamoroso ritorno nella rosa rossoblù: quello di Marco Carparelli.