Favola Cappuccetto rosso a Manhattan

Un interessante spettacolo va in scena al Teatro della Quattordicesima fino martedì: si tratta di «Cappuccetto Rosso a Manhattan» di Martin Gaite. «New York – ci racconta Martin Gaite – e’ composta da cinque distretti: Queens, Bronx, Staten Island, Brooklyn e infine Manhattan, che sovrasta tutti gli altri».
Molti credono che Manhattan sia New York, perché della città è la zona più famosa e interessante, ma invece è solo una parte». La bellissima storia, con la Compagnia di marionette e attori di Gianni e Cosetta Colla, per la regia di Cosetta Colla, parla di una bambina di nome Sara Allen che un giorno partì da Brooklyn per portare alla nonna, a Manhattan, la torta di fragole, grande specialità di sua mamma.
A Manhattan non ci sono lupi cattivi, né fitti boschi in cui perdere la strada: semmai si fanno incontri straordinari con personaggi davvero speciali. Insieme conosciamo un’anziana cantante, un tantino svampita, ma sempre affascinante, l’eccentrica Miss Lunatic che è un po’ come una fata; il ricchissimo Edgar Woolf proprietario della pasticceria «Dolce Lupo» e naturalmente Sara Allen che assomiglia a Cappuccetto Rosso. Si scopre così che anche una grande città è il luogo ideale per fantasticare, per vivere una meravigliosa avventura in cui c’è tanto da conoscere. E che a volte vale la pena di non dar retta ai grandi e di fuggire per inseguire i propri sogni e per poterli realizzare.