La favola dell’amore al Politeama si chiama Sabrina

Dopo il grande successo del debutto romano al Teatro Manzoni, arriva a Genova «Sabrina», la commedia tratta dal fortunato film americano del 1954 con Audrey Hepburn e Humphrey Bogart. Protagonisti di questa edizione teatrale realizzata da Antonio Valaderio in collaborazione con il Festival di Borgio Verezzi, sono Corrado Tedeschi e Corinne Bonuglia.
Sabrina (la Bonuglia), ama David Larrabee (Andrea Carli) ma non è ricambiata, David s'innamora di Sabrina quando lei non lo desidera piu', Linus Larrabee (Tedeschi) odia Sabrina e fa di tutto per allontanarla da David, ma finisce per innamorarsi perdutamente di lei. Danno corpo alla vicenda la straordinaria zia Giulia (Milly Falsini), Larrabee padre (Renato Cortesi) e il papà di Sabrina, Fairchild (Gabriele Villa).
I personaggi ideati da Samuel Taylor, che tanto successo hanno avuto a teatro e poi al cinema con il film di Wilder, mantengono inalterati in questa versione teatrale il loro fascino e le loro caratteristiche.
«Sabrina», è una commedia giocata sul filo dei sentimenti, che offre momenti di grande divertimento. Un susseguirsi di situazioni che ci portano, in maniera allegra e spensierata, verso l'inevitabile lieto fine. Perché «Sabrina» è anche e soprattutto una favola. Una dolce avventura romantica che ci suggerisce che in fondo non si deve mai smettere di sognare.
La commedia, adattamento di Gianni Fenzi e regia di Massimo Natale, andrà in scena al Politeama domani e sabato sera e domenica pomeriggio.