La Fazi fa scena muta davanti ai pm torinesi

La procura di Torino ha ricominciato concretamente a indagare sullo scandalo delle designazioni arbitrali nel campionato di calcio ma la prima persona convocata si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Si è trattato di Maria Grazia Fazi, ex componente della segreteria dei designatori: i pm hanno deciso di ascoltarla nella veste di imputata di procedimento connesso (in quanto indagata dalla procura di Napoli) ma la Fazi (già ascoltata due volte a Roma nel febbraio 2005 dagli stessi pm), come è suo diritto, si è sottratta all'interrogatorio, come aveva già fatto con i pm napoletani. I magistrati torinesi hanno ripreso a lavorare al caso dopo avere ottenuto dal gip Elisabetta Chinaglia la riapertura del fascicolo (archiviato nel settembre 2005), pur restando in attesa delle decisioni della Cassazione sulla competenza territoriale.Il fascicolo di Torino riguarda anche presunti casi di doping e irregolarità nella somministrazione di medicinali ai calciatori.