Fazil Say al piano in Conservatorio

Sarà il pianista Fazil Say ad animare in Conservatorio la serata della Società dei Concerti. In programma Passacaglia di Bach/Say, seguita dalla Sonata n.17 op.31 n.2 in re min. «La tempesta» di Beethoven, Sonatine di Ravel e Quadri di un’esposizione di Mussorgskij.
Nato ad Ankara nel 1970, Fazil Say ha iniziato gli studi musicali nel locale conservatorio. A 17 anni una borsa di studio gli ha permesso di perfezionarsi con Robert Levine all'Istituto Robert Schumann di Düsseldorf. Suona regolarmente con l'Orchestra Filarmonica di New York, la Israel Philharmonic Orchestra, le Orchestre di Baltimora e San Pietroburgo, l'Orchestra Filarmonica della BBC, l'Orchestre National de France e molte altre importanti orchestre.