La febbre del Giro d’Italia colpisce le linee degli autobus

Martedì strade chiuse e servizi navetta verso il traguardo della decima tappa alla Guardia

Cresce la febbre rosa, cresce la febbre del Giro d’Italia che su per le rampe del Santuario Madonna della Guardia martedì prossimo decreterà il vincitore della decima tappa. Una tappa lunga 230 chilometri con partenza da Lido di Camaiore e che attirerà appassionati e curiosi lungo la statale Aurelia fino a La Spezia, dove entrerà in città da via Chiodo e corso Cavour (tratto tra via Sauro e via Filzi chiuso dalle 9 alle 10), toccando quindi Biassa, dove è previsto il traguardo a premi, già ribattezzato «piccolo Stelvio», dedicato ad Aurelio Del Rio, corridore professionista oroginario di Beverino che 51 anni fa vinse una tappa del Giro sullo Stelvio, appunto. Il Giro continuerà sulla via Litoranea, proseguendo per l’arco che la provinciale dei santuari descrive sino all’innesto Pignone-Levanto, non prima di aver regalato una vista mozzafiato delle Cinque Terre dall’alto (orario chiusura innesto strada provinciale 370 per la litoranea Cinque Terre dalle 9.30 alle 13 in entranbe le direzioni. Lasciandosi alle spalle il mare per addentrarsi in Val di Vara, il Giro attraverserà Montale, Carrodano, Sesta Godano, San Pietro Vara e Varese Ligure. Il superamento del passo della Biscia consentirà alla carovana rosa di raggiungere nuovamente la riviera toccando Sestri Levante e Chiavari in direzione Genova fino al «traguardo Garibaldi» a Quarto dei Mille.
Entrato a Genova da levante, il Giro uscirà da Trensasco, rientro da Pontedecimo per uscire a Ceranesi.
Il percorso della carovana rosa interesserà diverse strade percorse dalle linee Atp, Azienda trasporti provinciali, che saranno momentaneamente sospese per permettere il passaggio dei corridori. Atp, in collaborazione con la Provincia , metterà a disposizione degli appassionati un servizio navetta che dalla stazione di Bolzaneto raggiungerà località Batterie, a circa 800 metri dal traguardo, nei pressi del Santuario di Nostra Signora della Guardia. Il servizio sarà attivo dalle 8.30 alle 13 per l’andata e dalle 18.30 in poi per tornare a Bolzaneto, con frequenza media sui 10 minuti, al costo di un euro a tratta.
Anche numerosi autobus della linea Amt a levante, in Valbisagno e Valpolcevera dovranno modificare il loro abituale percorso per consentire il transito del Giro, e questo dalla prime ore del pomeriggio fino al termine del passaggio della corsa, quando l’Aurelia resterà chiusa. In particolare i bus 7 saranno limitati a Bolzaneto, con capolinea in via Colano, i 15 e i 17 linea barrata si fermeranno in corso Europa all’altezza di via Palach. Capolinea provvisiori in piazzale Kennedy per i 20, in piazza Verdi per i 30. Limitazioni anche alle linee 31, 37 42, 45, 48, 63, 65, 82, 84 e a diverse linee collinari.