La Fed avverte: l’economia Usa rallenta

Nel «Beige book» indicazioni di ripresa modesta e di incremento dei prezzi

da Milano

Il tasso di crescita dell’economia statunitense è in rallentamento e in diverse aree del Paese la ripresa procede a un ritmo «moderato» se non «modesto». È quanto rileva il «Beige book» della Federal Reserve, tradizionale fotografia dell’andamento dell’economia americana nei diversi distretti. Il rapporto della banca centrale statunitense sottolinea appunto che nell’ultimo mese la congiuntura sta dando segni di rallentamento, mentre al tempo stesso la dinamica dei prezzi al consumo e delle retribuzioni salariali segnala un modesto incremento. Le indicazioni venute ieri suggeriscono che la Federal Reserve metterà fine alla lunga manovra di rialzo dei tassi d’interesse avviata nel giugno del 2004, una mossa peraltro anticipata qualche giorno fa dallo stesso presidente Ben Bernanke, nelle audizioni davanti al Congresso.
Ben sei distretti, del resto, incluso quello di San Francisco, che è quello di maggiore ampiezza, hanno fatto registrare una caduta nel tasso di crescita, mentre il mercato immobiliare sta frenando e le vendite al dettaglio nella maggior parte delle aree del Paese evidenziano un tasso di crescita modesto o insufficiente.
Le considerazioni espresse nel Beige book anticipano la statistica cruciale in programma venerdì prossimo, riguardante l’andamento del prodotto nazionale lordo Usa nel secondo trimestre, con le previsioni che indicano un tasso di crescita del 3% contro il precedente più 5,6%. Oltre a questo, l’8 agosto si riunirà il Federal open market committee che alla luce del Beige book potrebbe appunto decidere di interrompere la manovra di rialzo del costo del denaro.
La prima conseguenza visibile alle indicazioni emerse dal rapporto della Fed è stata registrata sul mercato dei cambi, con un euro in leggero rialzo alla notizia del rallentamento della crescita Usa. La moneta europea ha toccato 1,267 dollari ai massimi della giornata. Sul finale in Europa l’euro è stato scambiato per 1,261 dollari.