Fed, dubbi sulla politica monetaria

Troppi i giri di vite al
costo del denaro negli Usa? È quanto si chiedono alcuni rappresentanti del Fomc, secondo i verbali dell’ultima riunione della banca centrale resi noti ieri, in cui viene sollevato il dubbio se i ripetuti rialzi dei tassi avvenuti dal giugno 2004 in poi possano aver danneggiato l’economia. La preoccupazione di fondo resta comunque legata all’andamento dell’inflazione, anche se la ripresa resta solida tenuto conto che gli effetti degli uragani dovrebbero essere temporanei. E a proposito di crescita, secondo l’Ocse nel terzo trimestre il Pil dei Paesi dell’area è aumentato dello 0,8% rispetto ai tre mesi precedenti, a fronte del più 0,7% del secondo trimestre. Su base annua il Pil dell’area risulta cresciuto del 2,8%, contro il più 2,6% registrato nel secondo trimestre del 2005, mentre quello del G7 è salito del 2,7%, contro il 2,5% del secondo trimestre. Tra i sette grandi è l’Italia, dice l’Ocse, a mostrare la performance più debole, con un incremento del Pil dello 0,3% rispetto ai tre mesi precedenti, a fronte del più 0,7% congiunturale registrato nel secondo trimestre.