Fed e Bce deprimono i bond

Le preoccupazioni sul livello di inflazione espresse dal vicepresidente della Fed Donald Kohn hanno depresso i Treasury Usa. Così il rendimento del decennale è tornato sopra quota 4,60%. Tale tendenza si è subito riflessa sui titoli di Stato dell’Eurozona che sono stati tutti in rialzo, in quanto scontano anticipatamente nuove strette che potrebbero essere prese da parte della Bce. Soffrono soprattutto i Btp, il cui rendimento a dieci anni è al 4% e lo spread con la Germania si è allargato da 29 a 30 punti base.