La Federcalcio chiederà i danni al Genoa

Piero Pizzillo

La Federcalcio ha ottenuto di poter richiedere i danni alla dirigenza del Genoa mandato in C, dopo aver raggiunto meritatamente sul campo la promozione in A, con discutibili sentenze emesse dalla giustizia sportiva, sui cui è intervenuta con una inchiesta anche la procura della Repubblica, mentre non va dimenticato il comportamento certamente non apprezzabile di alcuni giudici che scrivevano bigliettini con insulti nei confronti del presidente Preziosi, mentre i difensori discutevano le loro tesi (in passato non si era mai saputo di «pizzini» diffamatori di giudici nei confronti di una persona sottoposta a giudizio). Ebbene ieri mattina, - nel corso della terza udienza del processo a carico di Enrico e Matteo Preziosi (difesi da Alfredo e Carlo Biondi e Andrea Vernazza) e dell’ex direttore generale Stefano Capozucca,nonchè dei dirigenti del Venezia Franco e Michele Dal Cin (difesi da Passeggi) e Pino Pagliara, accusati di frode sportiva per l’ormai nota gara Genoa - Venezia - , il giudice Roberto Cascini ha concesso all’avvocato Tito Lucrezio Milella di costituirsi parte civile per conto della Figc. Secondo il legale romano, la Federazione, quale ente che gestisce il gioco del calcio, deve essere presente e tutelarne l’immagine.
Il resto dell’udienza è stato dedicato all’audizione dei testimoni. Il maresciallo dei carabinieri Bordone ha parlato a lungo, ricostruendo le varie fasi delle indagini scaturite da un’inchiesta su carte di credito clonate e le varie intercettazioni tra cui i contatti telefonici tra l’ex miss Liguria Maria Chiara Oberti e l’ex portiere del Genoa Massimo Gazzoli. Il sottufficiale dell’Arma si è soffermato anche sull’aspetto riguardante il calcio scommesse. Un altro teste, il titolare di un’agenzia di calcio scommesse, ha dichiarato che di solito le quote non superavano 300 euro, solo su Piacenza - Genoa uno scommettitore ha giocato 10 mila euro. L’argomento è estraneo a questo processo che riguarda solo Genoa - Venezia.
Intanto ieri il giudice sportivo ha squalificato per una giornata il genoano Francesco Bega e lo spezzino Davide Dionigi e la Lega ha reso noto il calendario dei prossimi anticipi e posticipi, tutte gare con inizio alle 20.45. Queste sono: venerdì 24 novembre Bologna-Genoa, venerdì 1 dicembre Genoa-Juventus, venerdì 8 dicembre Spezia-Crotone.