«La felicità? Vivere assieme»

Asuncion Irlandez, filippina, da tredici anni a Milano, collaboratrice domestica. «Sono così felice di avere accanto a me tutti i miei figli...». L'elenco è lungo: due femmine e due maschi, arrivati in Italia a 7, 8, 9 e 12 anni di età. Oggi ne hanno sette di più e frequentano con successo le scuole. «Quando decisi di far venire a Milano tutta la famiglia, non ho avuto grosse difficoltà: ho presentato la documentazione e nel giro di un mese ho risolto la pratica burocratica». All'epoca, racconta, la sua preoccupazione più grossa era trovare una casa adeguata a tutti. Non è pentita: «Il sacrificio di noi genitori è per il futuro dei figli: sapevo che nelle Filippine non avrebbero avuto molte possibilità». Non solo: «Per me l'unità della famiglia è un valore da difendere», aggiunge convinta.