Il fenomeno Wie torna sui banchi di scuola

10 a Jeev Singh. Ha fatto quello che sa far meglio:... l'indiano! Gli è bastato studiare per anni il torneo in televisione, per azzeccare subito la giusta strategia per dominare quel mostro di Valderrama. Suggerimento gratuito per i nostri connazionali sul Tour: lascino perdere «L'Isola dei Famosi» e comincino subito a vivisezionare le cassette di Carnoustie.
9 a Tiger Woods. L'unico uomo al mondo capace di «sgasare» la Coca Cola. Ha ufficializzato che non sarà ai nastri di partenza del PGA Tour Championship di Atlanta, perché poco... frizzante. Fonti non confermate, pare vicine alla Pepsi, insinuano che lo sponsor, la Coca Cola appunto, appresa la notizia, si sia dichiarato «poco effervescente»...
7 a Michelle Wie in versione «Nightmare». Finalmente tornata sui banchi di scuola, il giovane prodigio del golf si descrive come terribilmente indaffarata nei preparativi della festa di Halloween. Benedetta ragazzona, non ti affannare troppo con trucco e parrucco... non lo sai che per le varie Sorenstam e Ochoa sei già un «incubo» così come sei?!
5 alle gote di Lee Westwood. L'unico segnale di vita dell'inglese mentre gioca. Se virano al rosso, tradiscono nervosismo. Si consiglia un fondotinta compatto/coprente per spiazzare gli avversari. Se piace, osare anche una spolverata di fard rosato. Comunque e sempre, aggiornarsi presso Luxuria.
0 ai golfisti... «Foppa Pedretti». A tutti quei giocatori da week end i cui colpi sullo score sono... a scomparsa! Suggerimento gratuito per i direttori dei circoli: per la dura legge del contrappasso dantesco, assumere in qualità di consulente il mago Copperfield, quindi... smolecolare, facendoli scomparire, i briganti del punteggio.