Ferisce l’ex ragazza e sua madre

Ecuadoregno piantato, accoltella la giovane e poi anche la mamma accorsa per difenderla

Un giovane ecuadoregno ha accoltellato l’ex fidanzata e la madre di lei, che aveva disperatamente cercato di difenderla. Per fortuna le ferite inflitte non hanno avuto gravi conseguenze: le due donne sono state medicate in ospedale e dichiarate guaribili in pochi giorni. Mentre l’uomo è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri la mattina dopo il ferimento a Milano.
L’aggressione è avvenuta l’altra sera in un appartamento in via Kennedy a Cologno Monzese, dove abita la famiglia della ragazza, anche lei ecuadoregna. E dove, subito dopo cena, si è presentato J.P., 29 anni, in Italia con regolare permesso di soggiorno. Il giovane voleva incontrare la sua ex fidanzata, S.A.M. di 24 anni, perché voleva parlarle della separazione, avvenuta due giorni prima. La ragazza non era in casa e la madre, gentilmente, lo ha fatto accomodare in salotto.
Al suo rientro, intorno a mezzanotte, la ragazza ha visto l’ex fidanzato che dormiva sul divano ed è andata a sua volta a dormire, in camera della sorellina di quattro anni. L’ex fidanzato, però, si è svegliato e le ha intimato di uscire per discutere dell’accaduto. Al diniego della giovane, che chiedeva di riparlarne la mattina dopo, ha estratto un coltello e l’ha colpita, alla gamba e al polso. La ragazza si è messa ovviamente a gridare e invocare aiuto, facendo accorrere la madre. E anche lei ha rimediato una coltellata alla mano.
L’ex fidanzato ha buttato il coltello a terra ed è scappato. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che hanno fatto medicare le due donne al pronto soccorso, quindici giorni di prognosi per la ragazza, dieci per la madre e hanno iniziato le ricerche dell’aggressore. J.P. è stato rintracciato ieri mattina in via Adelchi, a Milano, dove è stato arrestato per lesioni gravi.