Ferisce la moglie e minaccia il figlio di appena 7 anni

«Stai alla larga da tua madre perché se vengo lì accoltello lei e anche te»: così un autotrasportatore di 58 anni, V.G., napoletano ma residente a Milano, aveva minacciato per telefono il figlio di sette anni appena. L’uomo, separato dalla moglie, il 26 aprile scorso si è presentato a casa sua e l’ha colpita con un coltello, provocandole ferite guaribili in qualche giorno. Per questo mercoledì era arrestato, con l'accusa di lesioni personali e maltrattamento. Per la seconda delle accuse, l'uomo aveva già patteggiato una pena nel giugno del 2003. Roso dalla gelosia e incapace di accettare la separazione, non avrebbe mai smesso, di intimidire e maltrattare la moglie, una straniera di 29 anni, da cui nel ’99 aveva avuto un figlio.