Ferito a Rozzano, volerà in Africa

Si chiamerà Indro il cicognino che dal giorno 22 luglio - decimo anniversario della morte di Montanelli - si trova al Centro Recupero Lipu «La Fagiana», dopo essersi impigliato in una rete di contenimento di un campo da calcio a Quinto de Stampi (frazione di Rozzano) nel milanese. Sul campanile della chiesetta dei Santi San Fermo e Rustica, dal 2007 vive una coppia di cicogne che ha perso l’istinto migratorio. Fermo e Rustica, i nomi delle due cicogne diventate il simbolo di Rozzano, ad aprile di quest’anno hanno dato alla luce quattro cuccioli, uno dei quali la scorsa settimana è rimasto vittima dell’incidente che gli ha causato una ferita ad un’ala e una forte botta ad una zampa.
Ora nella voliera di riabilitazione, il piccolo bianco e nero sta meglio e fra un un po’ sarà in grado di volare o per ritornare al nido dei suoi genitori e fratelli oppure per raggrupparsi insieme ad altri giovani, iniziando così la sua migrazione verso l’Africa. La scelta ora dipende solo da Indro e Il Giornale, che così lo ha battezzato, gli augura la Madre Africa!