Fermata la donna, era una rapinatrice

È stata arrestata la donna che martedì pomeriggio a parco Lemonia, al Tuscolano, ha accoltellato un 57enne italiano conosciuto tramite un annuncio pubblicato su Porta Portese, nella sezione dedicata agli incontri per adulti. Si tratta di un’italiana di 36 anni, sposata, mamma di un bimbo piccolo, con precedenti, assieme al marito, per rapine con l’uso di narcotici. Probabilmente la giovane voleva addormentare la vittima predestinata per rapinarla. L’accoltellamento, infatti, secondo quanto è stato accertato dalla squadra mobile, è avvenuto dopo che il malcapitato si era rifiutato di bere una bibita che la donna gli stava offrendo.
Il 57enne, un ex maresciallo dell’aeronautica in pensione, residente a Torre Spaccata, aveva pubblicato il seguente annuncio: «Cinquantenne celibe dall’aspetto giovanile, simpatico e altruista, cerca compagna per legame di amicizia o sentimentale». Contattato dalla donna, i due si sono dati appuntamento. Martedì mattina si sono incontrati alla stazione Termini, dove hanno preso un caffè e chiacchierato un po’. Secondo il racconto dell’uomo, tra i due è nata subito una simpatia e hanno quindi deciso di spostarsi nel parco Lemonia, dove il pensionato afferma ci sia stato un rapporto sessuale.
La donna poco dopo gli ha offerto un’aranciata, che la vittima, forse insospettita dall’insistenza, aveva rifiutato, scatenando l’aggressione. La 36enne ha perso la testa e gli ha inferto varie ferite su addome, glutei e torace. L’uomo è ancora ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Casilino.
Alla donna gli inquirenti sono arrivati risalendo al numero di telefono che aveva contattato l’ex maresciallo. Il numero è intestato al marito della 36enne. Nell’appartamento della giovane, a Casal Bruciato, la polizia ha trovato gli abiti descritti dalle vittima già in lavatrice. La donna aveva anche una vistosa ferita alla mano destra. Durante l’interrogatorio ha parzialmente ammesso. Ha detto di aver conosciuto l’uomo, ha negato di aver avuto con lui un rapporto sessuale e ha sostenuto di averlo colpito perché lui l’aveva aggredita e che si era solo difesa.