Le fermate? Troppo lontane dal metrò

La fermata metro «Spagna» della navetta è... a via Veneto! Quella «Barberini» in via di San Basilio. La «Lepanto» non sulla stessa strada della stazione ma in via delle Milizie! I bus sostitutivi della metro dopo le 21 non seguono fedelmente la linea A. Lo ignorano molti degli utenti «diurni» della sotterranea romana, la quasi totalità dei turisti e non pochi degli addetti al servizio. Colpa dei vandali che scarabocchiano i cartelli con le indicazioni delle fermate (e di presunti collezionisti che ne farebbero raccolta!), si giustifica l’azienda di trasporti. Che fa presente di aver distribuito, quando è partito il servizio sostitutivo, un anno e mezzo fa, più di 10mila volantini. E che tutte le informazioni possono essere ottenute telefonando al numero verde 800.43.17.84 o sul sito www.atac.roma.it. Il numero però, quando abbiamo provato tra le 19 e le 19.30 del 10 luglio scorso, risultava occupato. Sulle pagine web non si fa cenno allo spostamento delle fermate. Né, tantomeno, ci sono spiegazioni in inglese. E non si può certo pensare che i 10mila volantini distribuiti ai turisti all’inizio del 2005 siano ancora in circolazione. Nella stazione di Spagna, una delle più utilizzate dai turisti, i cartelli che indicano le fermate delle navette dopo le 21 sono nuovi di zecca ma si trovano non all’ingresso della stazione, ma all’interno, affissi ai cancelli arcuati all’altezza della diramazione per villa Borghese. Sono ben coperti, tra l’altro, dietro delle reti di delimitazione dei cantieri di ristrutturazione. Ai turisti che chiedono lumi, i vigili del fuoco in servizio alla stazione spiegano, in buona fede, che la navetta ferma appena al di fuori di via del Bottino, in piazza di Spagna. Un’addetta al controllo però precisa: «Le navette non fanno la fermata perché piazza di Spagna è isola pedonale. Può andare a quella di Barberini o Flaminio, a cinque minuti a piedi». Il display sulle navette (quando c’è) in effetti dopo la fermata Barberini (che si trova, in realtà, in via di San Basilio) «salta» subito a quella di Flaminio. L’autobus però effettua una fermata all’inizio di via Veneto. «È questa la fermata Spagna delle navette», ci spiega un autista della MA2. «Una vera presa in giro!». Ma non è che sulla MA1 (Battistini-Arco di Travertino) le cose vadano meglio. A un anno e mezzo dall’inizio del servizio sostitutivo ci sono addetti nella stazione Lepanto, che non sanno che le navette non fermano su viale Giulio Cesare, bensì lungo la preferenziale di viale delle Milizie.