Fermato 21 volte in 5 anni: stupra minore

L’otto aprile 2008 verso le 19.30 Youssef Maazi, algerino di 33 anni, violenta nel sottopasso ferroviario di via Tonale, dietro la stazione centrale di Milano, un ragazzo italiano di 17 anni affetto disabilità psichica. Il minore, a causa del suo disturbo, si era allontanato da casa due giorni prima. L’uomo, irregolare dal 2001, era già stato espulso e condannato da tribunali italiani per rapina, violazioni della legge sull’immigrazione, detenzione e spaccio di droga. Negli ultimi 5 anni di clandestinità Maazi è stato fermato o denunciato 21 volte.