Fermato dai vigili urbani distrugge la sua «minicar»

Ferragosto caldissimo per «D’Artagnan», l’uomo che da anni vive delle monetine rastrellate dalla fontana di Trevi. I vigili urbani lo hanno fermato intorno alle 8 di mercoledì nei pressi della fontana, a bordo di una «minicar», contestandogli alcune infrazioni al codice della strada. La sua risposta è stata violenta: dapprima si è tolto la maglietta, poi ha preso a sbraitare contro gli agenti, infine si è accanito contro la sua vettura. Ha prima sfondato il parabrezza con il cric, e poi ha piegato a mani nude i tergicristalli e il cofano. Inutili gli sforzi dei vigili per cercare di calmarlo: il raptus è andato avanti per due ore, sotto lo sguardo di turisti e dei curiosi.