«Fermiamo chi vuol distruggere il garage storico di via Podgora»

Ho letto con interesse l’articolo pubblicato su il Giornale sabato 22 luglio dal titolo «Sgarbi: spie nei quartieri contro le brutture» e accetto l’invito con la speranza di contribuire alla lotta contro i costruttori senza sensibilità estetica ed etica nei confronti di Milano.
Ecco il fatto: al numero civico 2 di Via Podgora angolo Via San Barnaba in un contesto di edifici degli anni Venti esiste - ancora per pochi giorni, perché la demolizione è prossima - una delle più antiche autorimesse di Milano costruita su quattro piani con rampe di accesso circolari: la prima costruita con questi criteri nella nostra città e avveniristica per l’epoca. La parte esterna dell’edificio di aspetto piacevole e in armonia con gli altri palazzi (oggi quasi tutti vincolati) costruiti negli stessi anni era ricca di decori ora coperti da una poco riguardosa mano di pittura.
Questo edificio fra pochi giorni non esisterà più, le impalcature sono già pronte. Al suo posto sorgerà un palazzo moderno di sette piani in vetro e cemento che non ha nulla in comune con la via e gli edifici circostanti. Un po’ alla volta stiamo perdendo l’anima per lasciare lo spazio all’anonimo brutto gusto degli speculatori. Chiedo aiuto urgente perché il tempo è poco! A settembre quando rientrerò a Milano l’“esecuzione” sarà già stata portata a termine.