Fermo immagine sull’arte italiana di oggi

Il 18 giugno si apre la XV edizione della Quadriennale di Roma. Evento tra i principali per quanto riguarda l’arte contemporanea capitolina, la Quadriennale ha una storia che inizia nel 1931. Unico evento in programma per tutta l’estate presso il Palazzo delle Esposizioni, la mostra presenta oltre cento artisti, espressione dell’arte italiana di oggi. Un «fermo immagine», come lo chiama Gino Agnese, che della Quadriennale è presidente, che intende sottoporre all’attenzione del pubblico quelli che sono a oggi gli artisti tra i più interessanti. Una commissione di cinque esperti è scesa in campo per fare una selezione tra quei giovani che hanno debuttato nel mondo dell’arte negli ultimi quattro lustri. Il Palazzo delle Esposizioni torna così ad essere la naturale cornice della Quadriennale. Tra i tanti giovani, ricordiamo il bravo artista romano d’adozione Valentino Diego, o anche Mauro Di Silvestre, così come anche altri artisti di valore, come Flavio Favelli (in mostra a Roma proprio la prossima settimana), o ancora Luana Perilli. Artisti con età molto diverse tra loro, e che con queste diversità generazionali raccontano, ognuno a proprio modo, il vissuto e l'humus di momenti di vita diversi ma complementari. La mostra si presenta come un bouquet nel quale ogni tipo di arte viene rappresentata; dalla pittura, alla scultura, al video, alle installazioni, al disegno. Meno presente, dal punto di vista del numero di artisti che la praticano, è la fotografia, che però trova espressioni in figure dalla personalità già molto affermata. Diversamente dall'ultima edizione, in questa ci è si è voluti concentrare sulle nuove leve. Straordinario sarà poi l’evento collaterale, un omaggio a Luciano Fabro, morto lo scorso luglio. Per l’occasione viene presentata la scultura Autunno, collocata nella sala Rotonda del Palazzo, quasi a voler accogliere i visitatori. Gli orari d’apertura si allineano a quelli dei musei europei (dalla domenica al giovedì fino alle 21, nel fine settimana fino alle 23.30).