Ferrante-Moratti, confronto all’americana in tv

Chiara Campo

Un confronto all’americana. Sarà una monetina lanciata in aria, come per il duello tra Bush e Kerry, a decidere chi dovrà rompere il ghiaccio rispondendo alla prima domanda. Nel loro primo faccia a faccia televisivo, Letizia Moratti e Bruno Ferrante, candidati della Cdl e dell’Unione alla poltrona di Palazzo Marino, saranno seduti in poltrona uno di fronte all’altra. La prima - e attesa - sfida catodica se l’è aggiudicata Prima serata, il settimanale di informazione condotto da David Parenzo che andrà in onda su Telelombardia martedì dalle 20.30 alle 22.30.
Il giornalista sarà arbitro imparziale del confronto, stando in piedi tra i due sfidanti e dando a ciascuno lo stesso tempo per rispondere alle domande, non un minuto di più né uno di meno. Per evitare che qualche testa calda tra il pubblico, come spesso accade, renda il clima dell’incontro troppo pesante e faccia saltare le regole stabilite per il faccia a faccia, gli staff di Ferrante e della Moratti hanno optato per la scelta di invitare 10 persone ciascuno che siederanno in una tribuna alle spalle del proprio candidato e potranno fare domande all’avversario. Niente telefonate in diretta dagli spettatori, invece, né e-mail inviate da casa. Il pubblico in studio non potrà applaudire né fischiare gli aspiranti alla poltrona di sindaco e dovranno restare in silenzio finché il conduttore non darà loro la parola. Moratti e Ferrante avranno invece due minuti ciascuno, alla fine del confronto, per spiegare in estrema sintesi ai cittadini i buoni motivi per votare per loro. Sarà, scherza David Parenzo, «un confronto all’americana condito in salsa italiana, anzi all’amatriciana». Battute a parte, ammette che «la vera novità è che per la prima volta nella storia della tv locale siamo riusciti a organizzare un confronto televisivo che anticipa quello tra i due leader nazionali, ovviando tutta una serie di polemiche».
L’agenda settimanale di Letizia Moratti sarà fitta di appuntamenti, a partire da un ampio giro nei quartieri della zona 3 - Porta Venezia, Città Studi, Lambrate -, dopo gli incontri con i cittadini nelle scorse settimane a Chinatown, viale Papiniano, piazza Prealpi. E martedì mattina spetterà alla candidata sindaco della Cdl chiudere il convegno su «La sicurezza del cittadino» organizzato dalla fondazione Nova Res Pubblica nella sala verde di Fiera Milano. All’incontro parteciperà anche il ministro dell’Interno Giuseppe Pisanu, che nel pomeriggio (alle ore 16.30) inaugurerà invece il commissariato di pubblica sicurezza Rho-Pero, alla presenza del capo della Polizia Gianni De Gennaro e del comandante interregionale dell’Arma dei carabinieri Gian Francesco Siazzu. Il nuovo presidio verrà aperto all’interno del polo fieristico di Rho-Pero, vicino al centro servizi di piazza Europa.