Ferrari, una staffetta mondiale per i 60 anni

nostro inviato a New York

«Ho fatto il tedoforo in occasione dei Giochi di Torino e, mentre correvo, ho pensato che per i 60 anni della Ferrari potesse essere creata una sorta di fiaccola. I nostri clienti si sarebbero passati il Testimone durante una staffetta che, dopo aver interessato una cinquantina di Paesi in 148 giorni, culminerà a giugno con il gran finale tra Maranello e Fiorano». È Antonio Ghini, il vulcanico direttore delle comunicazione di Ferrari, che dallo show-room del Cavallino sulla Park Avenue di Manhattan, angolo 55ª, con dirimpetto le vetrine del dealer Mercedes, presenta nei dettagli l’evento dell’anno.
Dopo i tour in Cina e Americhe, durante i quali un centinaio di giornalisti hanno guidato, rispettivamente, due 612 Scaglietti e altrettante 599 Gtb Fiorano, l’organizzazione è ora concentrata sulla mega-staffetta per i 60 anni. E la fiaccola (a Maranello preferiscono chiamarlo Testimone) progettata dai designer Marco Morosini e Matteo Mezzanotti, realizzata in 500 copie, oltre a essere destinata ai partecipanti, potrà essere ordinata dai collezionisti. In alluminio tornito e verniciato (prezzo 2.500 euro) porta i 60 simboli smaltati più significativi della casa fondata da Enzo Ferrari. Gli stessi racchiusi in un volumetto e, tra questi, la prima vittoria della Ferrari (25 maggio 1947) nel Gp di Roma con la 125 S, il primo titolo mondiale vinto da da Alberto Ascari nel ’52, il ricordo della laurea honoris causa in ingegneria meccanica conferita al Drake nel ’60. Fino ad arrivare ai nostri giorni: la monoposto guidata da Michael Schumacher dedicata a Gianni Agnelli nel 2003 e, come ultima raffigurazione, l’innovativo programma Fxx avviato lo scorso anno. Damiani ha comunque realizzato un esemplare di Testimone esclusivo con il Cavallino in platino e diamanti. Il «Ferrari 60 Relay» avrà inizio il 28 gennaio ad Abu Dhabi, nel luogo dove nel 2009 sorgerà il grande Parco Ferrari (l’Emirato è azionista del Cavallino e nei giorni scorsi ha firmato un accordo di tre anni per sponsorizzare la squadra di F1) e si concluderà a Maranello il 24 giugno, alla presenza del presidente Luca Cordero di Montezemolo e dei vertici della Fiat. E proprio gli eventi finali della kermesse avranno come tema centrale l’innovazione tecnologica introdotta da Ferrari nel mondo dell’automobile, nei suoi 60 anni di esistenza. Anche in questo caso si sono volute raccogliere le 60 innovazioni più significative, dalle pinze in alluminio per i freni a disco fino al differenziale elettronico e al cambio F1.
Accanto a queste iniziative, a Maranello si terranno inoltre il primo concorso d’eleganza organizzato ufficialmente da Ferrari per le sue vetture e una serie di eventi in pista, in fabbrica e alla Galleria Ferrari.